CHE COS'È L'IPERCHERATOSI?

La ipercheratosi è l'ispessimento del livello esterno dell'interfaccia, che contiene una proteina conosciuta come la cheratina che contribuisce a proteggere l'organismo da infiltrazione dall'acqua e da altri agenti chimici e biologici con cui entra contatto ogni giorno. Questo tipo di ispessimento di interfaccia è spesso una risposta naturale a pressione, allo sfregamento o all'irritazione dell'interfaccia, sebbene ci siano una serie di cause possibili.

Quali sono i sintomi dell'ipercheratosi

L'ipercheratosi determina un ispessimento che si manifesta in formazioni più o meno rilevate sulla pelle o sulle mucose. Questo disordine può presentarsi in tutte le parti del corpo, coinvolgendo l'intera cute (in tal caso, l'ipercheratosi delinea un quadro d'ittiosi) o selettivamente alcune aree, come il palmo delle mani o la pianta dei piedi (ipercheratosi palmo-plantari). L'aumento dello spessore dell'epidermide può associarsi ad una serie di manifestazioni dermatologiche, come prurito e comparsa di squame. Le forme più comuni di ipercheratosi non sono associate a dolore.

Cause e fattori di rischio dell'ipercheratosi

Il tipo di ipercheratosi è un fattore importante quando discute la causa della circostanza. Come tale, i vari moduli con le loro cause probabili sono:
- Verruche: piccoli urti causati tramite un'infezione con il papillomavirus umano (HPV) dovunque sull'interfaccia, spesso sulle mani e sui piedi.
- Semi: accumulazione delle cellule epiteliali morte causate da attrito o da pressione ripetuto alle dita del piede o ad altre aree.
- Calli: capitalizzazione delle cellule epiteliali morte dovuto attrito o pressione ripetuto sulle sogliole dei piedi, palme delle mani di altre aree.
- Eczema cronico: infiammazione dell'interfaccia causata dalle allergie, dagli irritanti o da altri grilletti.
- Cheratosi attinica: toppe piane e rosse di interfaccia causate tramite eccessiva esposizione a radiazione ultravioletta da luce solare.
- Cheratosi Seborrheic: piccolo marrone o punti neri dovunque sull'interfaccia senza causa conosciuta.
- Circostanze ereditate: interfaccia spessa e squamosa causata da predisposizione genetica.

Cura e trattamenti

Il trattamento dell'ipercheratosi può variare in base alla patologia di base, alla zona del corpo interessata e alla gravità della condizione. In generale, lo scopo è quello di rendere più morbida la pelle e di rimuovere l'ispessimento di cheratina.

Consigli utili

Una persona dovrebbe consultare il dermatologo quando la sua ipercheratosi causa dolore o disagio e se un’area della pelle appare infetta, ad esempio arrossata, gonfia e con pus.
Il dermatologo visitando il paziente e osservando le sue lesioni sarà in grado di formulare una diagnosi e consigliare il trattamento più idoneo per gestire il problema. Il consulto del dermatologo è sempre importante in quanto le ipercheratosi non sempre sono un problema estetico o funzionale come nel caso dei calli o dei duroni ma anche tumorale come nel caso delle citate Cheratosi Attiniche o della Leucoplachia.

Prenota la tua visita podologica

Dove trovarmi Podologo a Rovereto, Verona e provincia